COVID-19: Virus o veleno di serpente? Parte 2 + 3

Riassunto Andreas Kalcker Video:

  1. La pandemia di covidi non è causata da un virus naturale o mutato.
  2. Piuttosto, sono enzimi/proteine di veleni di serpenti come il cobra reale.
  3. L’enzima PLA2 è stato trovato in tutti i vaccini e brevetti, compreso il farmaco letale-tossico approvato Remdesivir contro COVID-19.
  4. All’inizio, un’apparente pandemia senza persone malate o morte è stata creata artificialmente attraverso i soli mass media.
  5. Con la paura, la gente è stata spinta verso la soluzione apparente, le vaccinazioni.
  6. Il vaccino contiene una tecnologia m-RNA che hackera il DNA della persona vaccinata e introduce un codice. È il codice degli enzimi del serpente. Ora i mitocondri della persona vaccinata iniziano a produrre queste proteine in grandi quantità. Queste sono le cosiddette proteine spike. Queste proteine di picco innescano poi tempeste di citochine, eccesso di istamina con conseguenti malattie autoimmuni, raggruppamento del sangue con conseguente trombosi; infiammazione del muscolo cardiaco ed embolie. La saturazione dell’ossigeno scende drasticamente.
  7. Se un tale paziente “COVID” arriva in ospedale, viene trattato con l’unico farmaco approvato, il Remdesivir. Tuttavia, anche questo è un derivato del veleno di serpente e intensifica i sintomi della malattia.
  8. Ora il paziente ha una saturazione di ossigeno ancora peggiore ed è intubato e ventilato artificialmente. Poiché nessuno tollererebbe un tubo nella trachea, devono essere nuovamente sedati pesantemente. A questo scopo, si usano farmaci che aggravano nuovamente i sintomi e portano alla morte del paziente.
  9. Quindi qui una cascata di misure deliberatamente sbagliate sta portando a morti di massa nelle unità di terapia intensiva.
  10. Il livello di D-dimero nel sangue è estremamente elevato in tutti i pazienti che sono stati vaccinati e trattati con remdesivir. Le persone avvelenate dal veleno dei serpenti hanno esattamente la stessa cosa.
  11. Gli esami post-mortem delle morti di COVID trattate in questo modo hanno sempre rivelato chiari sintomi di avvelenamento.
  12. Oltre all’ossido di grafene, sembrano esserci anche cristalli di magnetite e chip Bluetooth negli inoculi. L’obiettivo non è quello di avvelenare la persona vaccinata con una dose elevata di veleno di serpente o di enzimi. Invece, è in corso un biohack genetico sul genoma umano. Con l’aiuto della tecnica dell’mRNA, le cellule sono indotte a produrre in massa le informazioni del “virus”, cioè il DNA dell’enzima del veleno di serpente. La persona vaccinata produce quindi la propria dose letale di veleno nel tempo. Questo è intelligente!
  13. In test di laboratorio, il gruppo di ricerca guidato da Andreas Kalcker è stato in grado di dimostrare che le vaccinazioni contengono effettivamente dei chip che segnalano come trasmettitori Bluetooth con un ID unico a livello globale nelle vicinanze di dispositivi di telefonia mobile. Questo significa che ogni persona vaccinata, come gli animali da allevamento, ha ricevuto un ID digitale riconoscibile e tracciabile. Anche se il Bluetooth nella versione più forte ha solo una portata di 150 metri, è possibile trovare i numeri del Bluetooth nel telefono cellulare solo di sera nei cimiteri. Soprattutto vicino a tombe che sono state stabilite solo dopo il 2021. Questo è macabro ma può essere verificato da chiunque.
  14. Inoltre, il gruppo di ricerca guidato da Andreas Kalcker ha misurato la normale intensità del campo magnetico di persone sane e non vaccinate. L’intensità del campo magnetico delle persone vaccinate era diverse volte superiore e più alta nelle persone appena vaccinate al braccio vaccinato.
  15. Inoltre, i ricercatori hanno misurato l’intensità del campo magnetico DOPO l’ingestione orale di biossido di cloro. Questi valori erano più bassi.
  16. Quindi le persone con un magnetismo umano possono sbarazzarsi di questo.
  17. Anche l’estremo aumento delle malattie dell’epatite C nei bambini sembra essere legato a questo e può anche essere trattato con successo con il biossido di cloro.

Misure per la sopravvivenza nel 2022/2023

– non permettono più le vaccinazioni!!!

– non permettono più nessun’altra vaccinazione, perché la fiducia in una medicina ortodossa così volutamente satanica è sparita!!!

– non usare Remdesivir!!!

– Non permettere la respirazione artificiale!

– Se possibile, non prenda nessuna medicina ortodossa, poiché l’ossido di grafene e i chip Bluetooth sono stati trovati in alcuni. Chi sa cos’altro c’è lì dentro?

– Una cura di CDS della durata di diversi mesi secondo il protocollo C (cioè 20-30 ml di CDS (soluzione di biossido di cloro 3.000 ppm) in 1 litro d’acqua e bevuto in 10 porzioni durante il giorno) può neutralizzare o curare i sintomi di avvelenamento delle vaccinazioni COVID, lo shedding, il magnetismo umano e la trasmissione dei chip Bluetooth.

Ci sarà presto un nuovo film spagnolo“BlueTruth” su questo fenomeno Bluetooth dei numeri di serie umani.

Torna su